Fonte di San Francesco, immediati gli interventi di risanamento

fonte s.francesco lavori 1Sensibile ai problemi di Ponte San Giovanni il Consigliere Comunale Claudio Consalvi ha subito raccolto l’invito della Pro Ponte di interessarsi alla ripulitura e al risanamento della storica fonte di San Francesco in via Pieve di Campo, la parte alta del paese. A questa fonte, secondo la tradizione, si fermava San Francesco nei primi anni del 1200 nei suoi trasferimenti da Assisi a Perugia e ritorno. La fonte si trova proprio al termine di via San Girolamo e la vecchia strada proseguiva fino al ponte romano sul Tevere, unica possibilità di attraversare il fiume. (clicca qui per la scheda storica sulla Fonte di San Francesco)

Consalvi si è mosso immediatamente interessando la Gesenu per i primi lavori di ripulitura: e anche qui ha trovato porte aperte in quanto l’Ing. Massimo Pera e Andrea Pagliacci, si sono subito adoperati per inviare una squadra con l’attrezzatura adatta per l’intervento di loro competenza. E questa mattina (ieri n.d.r.) molto presto, alle 5, hanno iniziato a ripulire le vasche della fonte e il serbatoio sottostante per far defluire le acque di caduta. Ora sarà necessario l’intervento del cantiere comunale, che nel corso della mattinata ha già fatto un sopralluogo, per creare una via di fuga all’acqua, essendo ostruiti i condotti interni originali. Le griglie esterne, liberate dalle alghe e dalle incrostazioni di calcare, ora potranno ricevere l’acqua corrente della fonte e il monumento, con un attento lavaggio, ha già assunto un altro aspetto e potrebbe diventare una tappa per turisti e pellegrini anche in vista, chi può mai dire, di una probabile sosta del nuovo Papa Francesco, grande camminatore e forse curioso di ripercorrere le strade calpestate dai sandali del Santo Poverello.
Alla Pro Ponte e ai suoi artigiani-artisti resta il piacevole compito di completare l’opera restaurando la lapide, posta nel 1971 dall’allora Azienda Turismo, per ricordare l’evento storico delle soste di San Francesco per dissetarsi.

(fonte: Gino Goti)

Author: admin

Share This Post On
468 ad