Giornata internazionale della donna: Imola Susta donna dell’anno 2014

4 premiazione e commozione coi presidenti cardinali e palmeriniUna gremitissima sede della Pro Ponte ha salutato e applaudito la destinataria del riconoscimento che ogni anno la Pro Ponte attribuisce a una “donna”. La donna dell’anno 2014 è risultata Imola Susta (nella foto al centro): “una persona — ha detto Roberta Cardinali nella lettura delle motivazioni — che si spende per ridare dignità e vitalità a uomini e soprattutto donne colpiti da malattie durissime”. Imola ha seguito, in oltre un trentennio di lavoro, circa 15.000 persone, lavorando quotidianamente dall’alba al tramonto inoltrato, per poter permettere a più persone e a chi non può prendere permessi dal lavoro di poter usufruire del servizio. “Ha fatto in modo che l’ambiente in cui lavora nell’area onco-chirurgica — prosegue la motivazione — sia il più gradevole possibile trasformando le asettiche stanze degli ambulatori in piccoli salotti ognuno differenziato da un colore accogliente: azzurro, verde, rosso. Alle pareti fotografie, stampe, quadri e sul tavolino sempre qualcosa da assaggiare nell’attesa del trattamento. Un lavoro fatto con competenza, ma soprattutto con passione e dedizione. Imola è convinta che il recupero completo di un paziente non venga solo dalla riabilitazione dell’arto, ma anche dalla riabilitazione dell’anima: per questo, con altre volontarie, organizza e anima gite, feste di carnevale, incontri culturali e ricreativi il cui ricavato serve per acquistare il materiale mancante nel servizio ospedaliero”. Lungo il suo curriculum che inizia nel 1977 all’Istituto Serafico di Assisi. Applausi e consensi per Imola Susta, visibilmente commossa per l’inatteso riconoscimento, ma anche per i graditi ospiti della serata: Giampiero Mirabassi, cui il pubblico ha chiesto alcune sue famosissime poesie note ormai in tutta Italia; Umberto Alunni Breccolenti di cui tutti conoscevano le sue storielle lette da Corbucci o Zampetti e che finalmente è stato presentato fisicamente e… vocalmente al microfono: un successo. Sandro Allegrini, fondatore e presidente dell’Accademia del Donca, ha delineato la personalità artistica dei due ospiti e lodato la particolare offerta di degustazioni gastronomiche dello chef Romano Cardinali, artefice anche di una gradevolissima scenografia intonata al colore delle mimose presenti ad addobbare l’accogliente sala della Pro Ponte.

(fonte: Gino Goti)

Author: admin

Share This Post On
468 ad