Marciapiedi fermi in Via della Scuola

Ponte via della scuola senza segnaleticaI lavori sono iniziati nel mese di aprile, in piena campagna elettorale. Ma ancora non sono terminati, si tratta di poche centinaia di metri, e addirittura da giorni non si lavora più. La popolazione di Ponte San Giovanni, i pedoni, gli automobilisti, gli operatori commerciali della zona gradirebbero sapere il perché. Da alcune indiscrezioni trapelate dagli abitanti della via sembrerebbe che l’azienda titolare dei lavori non riceve compensi da alcuni mesi e non intende più anticipare denaro per l’acquisto delle materie prime: mattoncini, cordoli, cemento. A parte questo aspetto di attualità molti si pongono alcuni interrogativi: come hanno fatto in America a ricostruire in un mese oltre 100 metri del Golden Gate danneggiato dal terremoto o in Giappone a ricostruire in una settimana tratti di autostrada distrutti dallo tsunami? Certo la posa in opera del mattoncino, usato per i marciapiedi, richiede professionalità e tempo per la messa in opera, avrà certamente un bell’aspetto, ma sarà stabile e duraturo? Molti altri tratti dei marciapiedi della stessa via sono in asfalto e non sembrano ridotti male da essere sostituiti Sempre da voci di abitanti della via sembra che alcuni tratti in mattoncino già siano stati rifatti, ma nessuno è riuscito a sapere il perché. L’unica cosa che a Ponte San Giovanni si augurano è che almeno durino più dei rifacimenti delle strisce degli attraversamenti pedonali o di limitazione della carreggiata. E, si sente dire, “ma nessuno controlla, nessuno verifica se il materiale è giusto, se il lavoro è fatto come si deve, se i tempi di esecuzione dei lavori sono rispettati?”. Quest’anno ricorre il 50° anniversario dell’autostrada del Sole, l’ultima opera pubblica in cui sono rispettati i costi di previsione e i tempi di realizzazione. Da allora in poi si è persa, in Italia, questa preziosa abitudine.
(fonte: Gino Goti)

Author: admin

Share This Post On
468 ad