Tra conferme e nuovi arrivi il progetto Basket Academy House continua a crescere

basketacademylogoE´ da sempre la vocazione di Basket Academy: vivere il basket come strumento di conoscenza e comunicazione, superando steccati, ostilità inutili, con la curiosità di chi vuole crescere anche attraverso il confronto e le nuove esperienze. In questa ottica da diversi anni ormai è nato il progetto della BA House, la Foresteria che ospita alcuni giovani talenti in erba che scelgono l´Accademia come opportunità per rendere più solidie le proprie aspirazioni e più reale la propria avventura nella pallacanestro.
“I ragazzi che vengono qui considerano questa occasione come un´opportunità sia sportiva che personale, che fa crescere loro ma in generale rende più stimolante anche il percorso dei giocatori cresciuti da noi” dicono a Basket Academy “E´ un esempio concreto di integrazione: abbiamo avuto giocatori provenienti da diversi paesi del mondo, dal Brasile, dal Canada, dalla Costa d´Avorio, dal Senegal, e da moltissime regioni italiane. Tutte storie diverse, una passione identica che supera le differenze, e mette in comunicazione i giovani di tutte le età”.
Situata a pochi passi dal Palazzetto di Ponte San Giovanni, la BA House è coordinata ora da Matteo Mattioli, coach Pesarese appena arrivato a Ponte S. Giovanni che ha preso il posto, in questo ruolo, di Antonio Seveso, rientrato nella sua Cermenate per motivi si studio (il coach è anche ingegnere) dopo due anni indimenticabili. Tra le conferme del gruppo dello scorso anno il ´veterano´ Klaudio Patani (´96), ormai al suo quarto anno, colonna della Under 19 e a tutti gli effetti ormai uno dei prospetti più interesanti anche in chiave prima squadra. “Sono qui da diversi anni” – le sue parole – , credo di aver avuto l´occasione di fare un´esperienza straodinaria e spero davvero di vivere questo mio ultimo anno giovanile nel modo più intenso possibile, e di conquistarmi uno spazio sempre più importante in prima squadra”.
Insieme a lui conferme anche per Gianluca Domenis, anche lui sempre più coinvolto con la Serie C da coach Fabrizi e reduce da un buon campionato in C Regionale con la Ponte Vecchio. Neo-patentato e fermo ai box per un lieve incidente in allenamento, Gianluca ha le idee chiare per la prossima stagione “Abbiamo imparato tanto, soprattuto a dover lavorare per essere subito pronti all´inizio e non regalare un vantaggio troppo grande agli avversari, e poi essere costretti ad inseguire nella seconda parte del campionato. Il cambiamento dei gioroni ha rinviato l´avvio della DNG, avremo quindi il tempo di prepararci a dovere per la fine di ottobre”.
Alla BA House anche Gianluca Serino, ala barlettana del ´93, che ormai oltre a recuperare rimbalzi in mezzo al campo collabora anche con tutta l´organizzazione ed è impegnato su più fronti: tutte le necessità della foresteria (vettovaglie, lavanderia, etc), ma mansioni anche tecniche di supporto ai gruppi giovanilie e minibasket: “Qui a Basket Academy sappiamo che tutti devono dare una mano, lo facciamo volentieri perchè sentiamo il progetto come nostro e sappiamo che è fondamentale perchè tutto funzioni nel migliore dei modi”.
Conferme scontate anche per Mattia Melchiorri (´97), guardia reatina in costante crescita sia fisica che tecnica, Devid Cimarelli (´98), talento emergente della UBS di Foligno e Medoune Niang (´99), Charlie per tutti, che con la sua simpatia ha conquistato tutto l´ambiente ponteggiano.
Diversi in questa stagione i nuovi arrivi: “Il nostro reclutamento è sempre a risorse zero” il commento di BA “non siamo assolutamente nelle condizioni di competere con i grandi club, ma possiamo offrire una struttura formativa seria e la possibilità di provarci, in un clima speciale. Il talento è importante, ma la persona conta molto di più”.
Da Sansepolcro via San Giovanni Valdarno è arrivato Gianni Ortolani, guardia classe 1998 con grandi margini, mentre a dar man forte nelle dure battaglie sotto canestro ci sarà Franscesco Pozzobon, centro del 1996. MInibasket a Volpago nel Montello, poi il settore giovanile a Montebelluna e poi l´esperienza alla Benetton fino allo scorso anno: “E´ la mia prima esperienza lontano da casa, ma qui fanno davvero di tutto per non farmi sentire la differenza. Sono avvantaggiato perchè Gianluca Domenis è un mio grande amico, e poi ero già stato qui durante il Playground Contest. E´ tutto nuovo ma mi ambiento in fretta e spero di poter dare il massimo ogni giorno”. Nelle prime uscite Pozzobon ha dato prova di grande solidità sia offensiva che difensiva, e sta cercando di migliorare la sua mobilità per adeguarsi al tradizionale gioco in contropiede che caratterizza le fromazioni di BA.
“Siamo un bel gruppo” conclude coach Mattioli “se continueremo a lavorare sodo ci toglieremo diverse soddisfazioni”.
(fonte: Basket Academy)

Author: admin

Share This Post On
468 ad